Landing Page Efficace: 7 tecniche per convertire meglio

La landing page o pagina di atterraggio è una pagina web a sè stante, senza menu di navigazione, creata appositamente per una campagna promozionale. 

L’obiettivo principale di una landing page è quello di fare lead generation ed avere più chance di convertire i lead in clienti.

Creare una landing page efficace può essere difficile. Ci sono molte cose da considerare, dal design al testo. In questo post del blog, discuteremo 7 tecniche che puoi usare per creare una landing page efficace che converta meglio:

Nei paragrafi che seguono analizzeremo questi punti uno ad uno nel dettaglio. 

1. Usa un titolo accattivante per attirare i tuoi visitatori

landing page efficace

La Headline è il titolo di un articolo, di una mail, di un post e , in questo caso, della tua landing page e ne rappresenta una delle parti più importanti. È la prima cosa che il visitatore vedrà, e deve essere abbastanza accattivante da catturare la sua attenzione.

Nel pensare ad una Headline devi porti come scopo primario quello di scatenare nel lettore una reazione tipo: ”Questo prodotto/servizio è fatto apposta per me!”. 

E’ stato dimostrato, infatti,  che solamente 8 persone su 10 leggono la Headline e solamente due di loro leggono il testo sottostante. 

Devi quindi assicurarti che il tuo titolo comunichi il beneficio di rimanere sulla tua pagina. 

Ecco alcuni consigli per scrivere delle Headline accattivanti per una landing page efficace: 

  • Utilizza numeri e cifre
    • 5 abitudini sane per favorire un sonno profondo
  • Utilizza parole che evocano emozioni e sensazioni
    • Sei stanco di [ x ] ?
  • Evita la punteggiatura alla fine della Headline
  • Usa parole che evocano  l’azione
    • Usa questi 7 consigli per migliorare [ x ]
  • Usa il principio di scarsità e urgenza: 
    • Ottieni il 50% di sconto su [ x ]. Solo per i primi 10 contatti

Con questi pratici consigli invoglierai il visitatore a leggere di più. 

2. Mantieni i paragrafi e le frasi brevi per una facile lettura

Le persone non hanno molto tempo per leggere, quindi è necessario mantenere i paragrafi e le frasi brevi. 

Da una ricerca del Nielsen Norman Group è emerso che, tra tutti gli utenti presi in esame, solamente il 16% di loro legge effettivamente parola per parola

Questo ci fa capire quanto sia necessario rendere facile per le persone scansionare il contenuto del testo utilizzando frasi brevi, evidenziando le parole chiave e suddividendo il testo in paragrafi ben definiti. 

Ecco alcuni elementi che puoi utilizzare per guidare il visitatore nella lettura: 

  • grassetto
  • italic
  • sottolineatura
  • accenti di colore diverso rispetto al corpo del testo

Questi accorgimenti permetteranno al visitatore di trovare le informazioni che sta cercando.

Approfondimento:

Parlando di paragrafi non si può non menzionare il Lead Paragraph.

Il lead paragraph è il paragrafo di apertura che si trova sotto alla Headline ed è il paragrafo più importante perché afferma chiaramente di cosa parlerai e perché i lettori dovrebbero continuare a leggere.

Un Lead Paragraph funziona un po’ come il trailer di un film: non fa altro che aumentare l’interesse dell’utente e guidarlo verso ciò che troverà di seguito senza però rivelargli la totalità delle informazioni.


3. Usa punti o numeri per elencare i tuoi benefici

Le persone sono più propense a leggere le informazioni che sono presentate in un formato di lista. I punti elenco o i numeri rendono facile per le persone scansionare il tuo contenuto e trovare le informazioni che stanno cercando.

Ecco le best practices per creare degli elenchi: 

  • Fai in modo che i punti elenco abbiano la stessa lunghezza
  • Scegli accuratamente il tipo di punto elenco: lista numerata o simbolica
  • Scrivi un paragrafo introduttivo alla lista  

4. Aggiungi immagini e video per un’esperienza più coinvolgente

Il contenuto è di certo importante ma anche l’occhio vuole la sua parte. Assicurati quindi di includere elementi visual come video, immagini, infografiche o grafici per attirare l’attenzione del visitatore. 

Attenzione però alle immagini e video che utilizzerai! 

La Best Practice prevede l’utilizzo di immagini originali e vere.

Se però non hai alcuna immagine a disposizione, puoi reperirle online ma fai attenzione che non siano protette da copyright. 

Esistono dei siti web che ti permettono di scaricare immagini in maniera gratuita o a pagamento per poterle includere nella tua landing page!

5. Dai ai visitatori un modo per contattarti direttamente

Il modo migliore per convertire i lead in clienti è dare loro la possibilità di contattarti direttamente. Puoi facilitare questo processo in diversi modi: 

  • Includi un form di raccolta contatti
  • Inserisci l’indirizzo  e-mail
  • Scrivi il numero di telefono

In questo modo se dovessero avere delle domande riguardo al servizio o prodotto offerto potranno contattarti direttamente senza dover lasciare la pagina alla ricerca di un modo per mettersi in comunicazione con te.  

6. Scrivi una CTA chiara per la tua landing page

La CTA (Call to Action) è lo step finale che porta alla conversione del visitatore in cliente ed è letteralmente una “chiamata all’azione” verso un obiettivo preciso

Ecco perché per creare una CTA efficace, devi avere ben chiaro l’obiettivo della tua landing page e capire il tuo pubblico e cosa lo “mette sull’attenti”. La CTA è più efficace se si rivolge al tuo pubblico e ai suoi bisogni specifici, paure o desideri.

A livello visivo la CTA deve anche distinguersi dal resto della pagina e essere facilmente individuabile dal visitatore.

7. Incorpora la riprova sociale nella tua landing page 

La riprova sociale è uno dei modi migliori per costruire la fiducia con i tuoi visitatori. Mostrare che hai una reputazione positiva renderà le persone più propense a fare affari con te. 

Alcuni esempi di riprova sociale includono testimonianze (testuali o video), casi di studio e premi. Se hai menzioni nei media o approvazioni di celebrità, allora puoi sfruttarli per dare un ulteriore elemento di valore alla tua landing page.

8. Golden Rule: A/B testing

Un altro passo fondamentale da tenere in considerazione durante la progettazione della tua landing page è  l’A/B testing

L’A/B testing è un processo che ti permette di testare e confrontare due Landing Page differenti e di capire, grazie a degli strumenti di tracciamento (per esempio Google Analytics e Hotjar), quale delle due ha ottenuto una performance migliore. 

Crea quindi due versioni diverse della tua Landing Page e svolgi l’A/B testing per monitorare il comportamento dei visitatori e le lead acquisite e stabilire quale delle due promuovere.

Guida Completa per una Landing Page che converte.

WebGas. net ha creato una guida definitiva ricca di esempi e consigli pratici per creare una Landing Page che converte.

CONCLUSIONI

Creare una landing page efficace può essere difficile, ma usare queste tecniche può aiutare ad aumentare le tue possibilità di successo! Per maggiori informazioni sulla creazione di una landing page efficace, contattaci!

Condividi il Post

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli Correlati

Iscriviti alla Newsletter Utile del Digitale – Notizie, Offerte di Lavoro e tanto altro!