Reti neurali artificiali

Tagged: 

  • Reti neurali artificiali

  • Manu Manu

    Membro
    10/07/2020 a 8:38 am

    Cosa sono le reti neurali artificiali e come funzionano?

  • Nadia Plamadeala

    Membro
    14/07/2020 a 8:56 am

    Le reti neurali artificiali mirano a imitare il cervello umano.

    Sono progettate per replicare il meccanismo di apprendimento del cervello umano e dare un risultato basato su ciò che hanno imparato dai dati storici, come il cervello umano trae conclusioni dalle esperienze passate. L’unità nel cervello che elabora e trasmette le informazioni è chiamata “neurone”. Ogni neurone nel cervello prende le informazioni come input, le elabora e invia l’output al neurone successivo.

    Ma le RNA non hanno un passato. Allora, come imparano?

    Dai dati di addestramento che vengono loro forniti, “allenandole” a capire e riconoscere i modelli per arrivare all’output.

    Le reti neurali prendono l’input e passano i dati al livello successivo, di elaborazione, che esegue diversi calcoli matematici e cerca di trasformare l’input in output sulla base di diversi parametri. Una volta raggiunto il livello ottimale di trasformazione, diciamo che la rete neurale è pronta.

    Di conseguenza, per la maggior parte degli esperti di Machine Learning, l’ottimizzazione di questo strato è fondamentale. È proprio qui che si definisce la complessità, la struttura e la profondità della rete neurale. Poiché questo strato è complesso e variabile, è spesso chiamato “strato nascosto”.

Fare il login per rispondere.

Post Originale
0 di 0 post Giugno 2018
Ora
>

SCOPRI LA TUA STRADA!

I Test Attitudinali Gratuiti di DigitalDojo.it ti aiutano a trovare il tuo percorso.