Come Funziona L’Algoritmo di Facebook nel 2020? [Guida Aggiornata 2020]

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su pocket

COME FUNZIONA L’ALGORITMO DI FACEBOOK NEL 2020

Nell’era della digital revolution il mondo del marketing è cambiato in maniera radicale rispetto al passato. Più precisamente oggi si parla infatti di marketing digitale. Con questa espressione si intende l’insieme delle attività di marketing che utilizzano i canali web per la crescita commerciale di un brand. Sono sempre più numerose le aziende che percorrono o tentano di percorrere questa strada. 

Sono diversi i casi di successo tra le grandi aziende più note. Tuttavia anche le piccole e medie imprese possono emergere in relazione a ciò che offrono e al loro settore. 

Il digital marketing è un settore in crescita e in continuo cambiamento che si avvale principalmente dell’utilizzo dei social network. Qui si possono appunto trovare dei potenziali clienti di tutte le età. 

Il Facebook Marketing è una forma di marketing che utilizza come strumento il celebre social di Mark Zuckeberg, con i suoi strumenti e funzionalità. Oggi Facebook rappresenta di fatto una delle principali e migliori piattaforme per attuare il cosiddetto social media marketing.  

Grazie a Facebook è possibile promuovere il proprio brand, costruendo la cosiddetta brand awareness, costruire una rete di relazioni, e promuovere una rete di relazioni. Questi sono in linea generale i principali obiettivi che si intendono raggiungere con Facebook. Ciò comporta aprire una pagina e curarla quotidianamente, con contenuti interessanti. Inoltre è possibile realizzare anche delle vere e proprie campagne pubblicitarie tramite Facebook advertising. Sono le cosiddette sponsorizzazioni per la promozione del proprio brand. 

Entrando nel merito di questioni più specifiche relative al marketing sul celebre social network vediamo in cosa consiste l’algoritmo di Facebook, come funziona e quali sono i suoi tratti distintivi nel 2020. 

Oggi fare marketing su Facebook può senza ombra di dubbio fare la differenza, questa è la ragione per cui è importante rimanere sempre aggiornati sui cambiamenti frequenti dei meccanismi di funzionamento del popolare social network.

Come Funziona l'Algoritmo di Facebook

COS’È L’ALGORITMO DI FACEBOOK?

L’algoritmo di Facebook è una funzione matematica tramite la quale il celebre social network monitora i comportamenti degli utenti. Tale algoritmo controlla le azioni degli utenti su Facebook, ovvero i like, le reazioni, il tempo impiegato per leggere un post, i comportamenti nella navigazione ecc. 

La presenza di una funzionalità così avanzata, che permette quindi di tracciare i movimenti degli utenti con grande precisione, mostra come Facebook sia uno strumento importante per attuare una strategia di marketing aziendale. 

Fino a pochi anni fa non esistevano mezzi così precisi in grado di darci una panoramica di cosa fanno gli utenti, cosa amano, cosa vorrebbero acquistare. Il marketing digitale pur traendo le sue radici da quello tradizionale, se ne differenzia in maniera notevole. Il primo elemento di differenziazione è il canale tramite il quale si attua l’azione di marketing. Il secondo elemento riguarda la possibilità di impostare un target preciso per attuare le proprie campagne commerciali, e quindi di puntare a un pubblico mirato. Rivolgersi a una platea generica non è lo stesso di farlo a una platea interessata a un determinato prodotto o servizio.

L’algoritmo permette quindi di creare un enorme database di dati preziosi per la profilazione degli utenti. Ciò consente quindi di impostare la propria strategia in maniera più efficace e consapevole, con degli obiettivi decisamente specifici. 

Inoltre questo algoritmo ha la possibilità di cambiare e potenziarsi. Di recente nel 2020 l’algoritmo di Facebook è cambiato. Questo è un aspetto importante per chi vuole fare business online su questo social.

Ovviamente Facebook non rende noto di come funziona precisamente questo algoritmo, tuttavia spiega agli utenti interessati qual è la logica sottesa al suo funzionamento. Inoltre dà anche alcune indicazioni per utilizzare correttamente gli strumenti a disposizione della propria pagina aziendale. 

Conoscere quindi il meccanismo di tale algoritmo è importante per adeguare il proprio comportamento sul celebre social network, al fine di raggiungere i risultati desiderati. Solamente attraverso una strategia consapevole è possibile infatti avere veramente successo e rafforzare così  la propria identità digitale.

COME FUNZIONA L’ALGORITMO DI FACEBOOK NEL 2020?

Vediamo come funziona l’algoritmo di Facebook, per scoprire come usarlo in maniera vantaggiosa. 

L’algoritmo di Facebook funziona attraverso 4 fasi. La prima fase è l’inventory, ovvero il procedimento di calcolo tramite il quale Facebook, nel momento in cui ci si collega al proprio account, vede e raccoglie le informazioni degli utenti sui suoi amici e sulle pagine che seguono. Ciò serve per proporre determinati contenuti nella home page. 

Come noto infatti l’home page di Facebook cambia da utente a utente, a seconda appunto delle abitudini tracciate dall’algoritmo. Vengono così mostrate le informazioni strettamente connesse ai propri comportamenti sul social. 

La selezione dei contenuti da mostrare avviene nella seconda fase che è quella dei signals, a sua volta suddivisa in 2 sottofasi. Nella prima sottofase si analizzano i segnali di contesto, ovvero il tipo di dispositivo da cui ci si connette (pc, tablet, smartphone); il tipo di connessione (Wi-fi, 4g, adsl, fibra); il luogo da cui ci si collega. In base a questi aspetti Facebook differenzia i contenuti sulla home page.

Nella seconda sottofase si analizzano i segnali di contenuto, ossia ciò che viene pubblicato o condiviso (foto, video, link). L’algoritmo prende anche in considerazione le reazioni al post, i like, i commenti, e il tempo di permanenza. Quest’ultimo mostra quanto tempo l’utente permane su una notizia, quanto tempo impiega a uscire e a rientrare nella piattaforma. 

Nella terza fase, la prediction, si ragiona su quali contenuti potrebbero interessare a quel determinato utente.

Nella quarta fase, detta score, si procede all’assegnazione di un punteggio di qualità dei contenuti. Di conseguenza le informazioni che hanno avuto uno score più alto vengono proposte nella news feed della propria home page.

L’algoritmo consente quindi di costruire un social fatto su misura delle abitudini e degli interessi specifici di ciascun utente. Questo fa in modo che certe informazioni e notizie vengano mostrate e altre no. Inoltre ciò significa che questo algoritmo può essere sfruttato a scopi commerciali.

Le meaningful interaction sono le interazioni significative che vengono prese in considerazione dall’algoritmo di Facebook. Le interazioni sono uno degli elementi più importanti che consente di capire i comportamenti e gli interessi degli utenti. Per interazione si intende la condivisione di un post che se genera reazioni sarà considerato interessante da Facebook. Queste informazioni  si presenteranno a loro volta nella propria home page e in quelle dei propri amici.

Anche le condivisioni private su Messenger che generano reazioni, ovvero condivisioni e commenti, sono considerate dei contenuti interessanti da parte di Facebook. 

Se si gestisce una pagina aziendale allora il metodo migliore è creare coinvolgimento tramite domande che generino interazioni. Le fan page non devono puntare sulla quantità dei mi piace e dei fan fine a se stessa, ma devono avere un pubblico il più possibile targettizzato e quindi realmente interessato ai contenuti proposti.

Maggiori sono le interazioni, più si alza lo score del post e quindi la possibilità che più utenti possano vederlo. Ciò può avvenire proponendo contenuti di qualità e che suscitano interesse. 

PERCHÉ È IMPORTANTE FARE MARKETING SU FACEBOOK?

Spesso si legge di quanto sia fondamentale fare azioni di marketing su Facebook, quindi creare un vero e proprio piano per la crescita del proprio brand. Ma perché è importante fare marketing su Facebook

Facebook è un social network che nel tempo ha avuto una crescita notevole. Il numero di utenti presenti sulla piattaforma nel 2020 è di oltre 2,6 miliardi di persone. Sono cresciuti anche gli utenti attivi mensilmente, che nel primo trimestre del 2020 sono saliti a 1,734 miliardi, registrando un aumento dell’11% rispetto ai dati dello scorso anno. 

Tramite Facebook è possibile raggiungere diversi importanti obiettivi di marketing: 

  • aumentare il numero di clienti e di contatti;
  • migliorare la propria visibilità e notorietà (brand awareness); 
  • creare campagne virali. 

Chiaramente tali obiettivi possono essere raggiunti solo tramite un’attenta strategia di social media marketing. Oggi Facebook permette di raggiungere milioni di utenti, con un  potenziale più forte rispetto agli strumenti del passato quali televisione, radio, giornali, e  affissioni. Tramite questi  canali le possibilità di interagire erano notevolmente inferiori. 

Facebook invece rende l’utente protagonista nelle sue scelte e nella selezione delle informazioni. Se intrigato l’utente, che può divenire un futuro cliente, interagisce e crea condivisione se ritiene che i contenuti siano intriganti.

Ciò che infatti conta non sono tanto le informazioni commerciali quanti le informazioni utili che gli permettano di risolvere un problema o di colmare un vuoto (acquistare qualcosa che manca, sostituire qualcosa di vecchio ecc.). Bisogna quindi cercare di intercettare un bisogno che tutti possono avere in un determinato settore. 

Per realizzare un’ottima strategia di marketing su Facebook occorre studiare le funzioni che cambiano frequentemente. Il primo step di tale strategia è quello di strutturare bene la pagina aziendale e di procedere alla pianificazione dei contenuti. Questi ultimi devono rispecchiare la l’identità e i valori aziendali. 

L’obiettivo principale è fornire contenuti di qualità per fare in modo che la propria pagina si possa distinguere. Attraverso la pagina Facebook si può dare risposta alle domande degli utenti e dare loro assistenza. 

Un altro aspetto importante del marketing su Facebook sono le campagne di Facebook Ads, tramite le quali acquisire follower e potenziali clienti; incrementare la notorietà del brand e della pagina. 

Tramite Facebook potrete dare informazioni e far conoscere a chi è interessato, cosa potete offrirgli e cosa vi differenzia rispetto ai vostri competitor. Comunicando chi siete potete farvi conoscere e seguire. Abbandonare la propria pagina Facebook, e dunque non curarla,  equivale ad avere una vetrina abbandonata.

Cosa è cambiato nel 2020 e cosa viene prioritizzato adesso dall’algoritmo di Facebook?

L’algoritmo di Facebook non è rimasto sempre lo stesso da quando è stato creato. Nel 2020 infatti ne è stato introdotto uno nuovo. Vediamo quindi di capire cosa è cambiato e quali sono gli aspetti che assumono priorità.

Proprio perché i cambiamenti di Facebook sono abbastanza frequenti è opportuno rimanere aggiornati. 

Per quanto riguarda il numero di post al giorno l’ideale è pubblicare 1 o 2 volte al giorno, facendo trascorrere da 6 a 9 ore tra un post e l’altro. No quindi a post continui e convulsivi. 

In alternativa si possono usare le storie per far conoscere qualcosa di sé agli utenti, che sembrano appunto apprezzare questa forma di comunicazione. 

I link esterni non sono molto consigliati in quanto l’algoritmo di Facebook non ama molto che si lasci la piattaforma. 

Un altro aspetto che non viene premiato dall’algoritmo è quando in un post si invita esplicitamente a mettere mi piace o a spingere gli utenti a mandare messaggi. Anche in questo caso Facebook coglie tale aspetto, non premiando il nostro post e non facendolo quindi girare. Ciò determina un crollo delle interazioni e quindi della visibilità. 

È consigliabile inoltre l’uso di emoticon ovviamente non esagerato: sono di fatto ben tollerati dall’algoritmo. L’emoticon è sempre un invito all’azione, ma senza utilizzare parole come commenta ecc. 

Le domande possono essere fatte a patto di utilizzare formule come vuoi, chi, quale ed evitare invece di porre domande con “perché” e “come”, che potrebbero avere meno riscontri e interazioni perché implicano risposte più complesse.

Inoltre poiché ci vuole del tempo prima che i nostri post vengano visualizzati, il consiglio è di creare post da riproporre ad esempio dopo 30 giorni. Ovviamente si tratta di post che non devono essere legati a eventi contingenti.

Per spingere il proprio business è fondamentale creare interazioni su Facebook, aspetto premiato dall’algoritmo. Se i nostri post non hanno commenti allora è preferibile rivedere la propria strategia comunicativa. Solo dopo diverse prove e tentativi si può però trovare la giusta strategia.

Un altro aspetto importante del nuovo algoritmo di Facebook nel 2020 è il fatto che i post semplici  hanno avuto una notevole riduzione in termini di visibilità, a favore invece delle sponsorizzazioni. Diventa quindi una priorità investire sulla pubblicità su Facebook. 

Per spingere quindi il proprio brand, senza ricorrere alle sponsorizzazioni a pagamento, si può puntare sulla diffusione di un video, ad esempio. Specialmente i video di qualità vengono premiati su Facebook. In particolare le dirette creano più interazioni in assoluto. 

Bisogna quindi procedere per tentativi, cercando di capire quali sono i contenuti preferiti dal pubblico della pagina. 

Il nuovo algoritmo punta quindi fortemente sull’interazione con il pubblico, molto più che in precedenza. È la partecipazione del proprio pubblico che porta a ottenere dei risultati. Ciò significa quindi comparire nella home dei propri fan, senza appunto scomparire, e spingendoli a guardare i propri aggiornamenti. 

Bisogna quindi conquistarsi la fiducia e l’interesse del proprio pubblico che ogni giorno deve aspettare le pubblicazioni di una determinata pagina, e soprattutto essere invitato all’azione. 

Il nuovo algoritmo di Facebook premia quindi le interazioni del pubblico. Se quindi un post attira l’attenzione, ciò significa che si deve procedere in questa direzione. Non esiste un formula assoluta e vincente, ma delle soluzioni studiate di volta in volta. Alcuni tentativi possono fallire, ma a questi ne devono seguire altri fino a trovare la giusta dimensione. La misura del successo di un post sono i commenti e le condivisioni.

Un altro aspetto importante per l’algoritmo di Facebook è la completezza dei dati e delle informazioni della propria pagina, sinonimo di credibilità. Il nuovo algoritmo, rispetto a prima, tende maggiormente a bloccare i titoli sensazionalistici e le fake news. 

Tenere conto di questi aspetti permette di sfruttare il nuovo algoritmo per crescere e potenziare la propria attivi di marketing su Facebook. Chi possiede una fan page aziendale non è proprietario di quello spazio, ma è ospite, quindi diviene fondamentale conoscere le regole di Facebook per sfruttarle a proprio vantaggio. 

Le azioni da svolgere sono quindi coinvolgimento e interazione attraverso un web content marketing, in cui i contenuti da veicolare devono essere interessanti per essere premiati dal pubblico. 

Per creare la giusta strategia occorre studiare e informarsi tramite articoli specialistici, corsi di formazione online ecc. Ma soprattutto bisogna restare aggiornati costantemente, in quanto il mondo del marketing digitale è in continua evoluzione. In particolare Facebook propone spesso degli aggiornamenti relativi alle funzionalità, come appunto l’algoritmo ad esempio. 

TECNICHE E CONSIGLI SUL FACEBOOK MARKETING

Le tecniche per fare marketing su Facebook possono essere varie, a seconda della propria identità aziendale. Ciò è frutto di esperienze e tentativi che chiaramente non possono essere fatti alla cieca, ma devono essere sempre frutto di uno studio attento. 

Ovviamente nel caso specifico del Facebook marketing bisogna tenere conto delle specificità di questo social. 

CTA è l’acronimo di Call To Action, ovvero l’invito a compiere determinate azioni tramite un bottone o un widget.

Facebook offre la possibilità di aggiungere dei pulsanti per invitare le persone a fare acquisti, prenotazioni, chiamare un negozio, visitare il proprio sito web. Per aggiungere questo pulsante basta andare sulla propria pagina e cliccare aggiungi pulsante sotto l’immagine di copertina della pagina. 

È inoltre possibile vedere l’anteprima di come apparirà il pulsante ai visitatori della pagina. Tramite questo pulsante si possono indirizzare le persone sulla home page del proprio sito oppure ad una pagina specifica. 

Nella nostra guida potrai trovare diversi consigli e indicazioni su come fare una corretta analisi di mercato; creare contenuti graditi all’algoritmo di Facebook; sfruttare il potere dello storytelling; creare un calendario editoriale; sfruttare le potenzialità di Facebook Messenger. 

Queste informazioni sono importanti per impostare una strategia di successo su Facebook per la promozione della propria azienda. 

CONCLUSIONI SUL FACEBOOK MARKETING E SULL’ALGORITMO DI FACEBOOK

Siamo arrivati alla fine di questo articolo pieno di informazioni e spunti per fare Facebook Marketing e per comprendere a pieno l’importanza dell’Algoritmo di Facebook nel 2020.

Se desideri approfondire il discorso sul Facebook Marketing, ti consiglio di leggere il nostro articolo con tantissimi consigli e best practices.

Se desideri imparare ad usare in modo professionale e in maniera proficua Facebook, puoi seguire il nostro corso Facebook per il business – starter kit della nostra Sensei Elisabetta Macaione.

Il corso è ideato per professionisti che hanno necessità di creare una fanpage efficace e che desiderano entrare in contatto con i potenziali clienti.

In questo corso imparerai tutti gli aspetti pratici di cui hai bisogno per iniziare a fare Marketing su Facebook. 

Se ci vuoi raccontare la tua esperienza scrivici una email o parlacene nei commenti.

 

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su pocket

Come Funziona L’Algoritmo di Facebook nel 2020? [Guida Aggiornata 2020]

Resta Aggiornato su Questo Tema!

Ti Potrebbe Interessare Anche

>

SCOPRI IL NOSTRO LIVE BOOTCAMP